La Linea dell'Inutile

Wondergood – Frankfurt

Posted in food, viaggi by maurozz on agosto 21, 2013

Primo ristorante vegano che visito (Joia non fa testo), per di piu´all´estero.

Impressioni: si mangiano (piuttosto insospettabilmente per un mezzo ignorante come me) un casino di carboidrati, e le piu´ovvie proteine vegetali, ma non si mangia affatto male.

Servizio tentennante con sala piena, aperto da 1 mese, un po´di rodaggio non guastera´.

Mussaka buona ma Wan Tan super con generoso utilizzo di “aglio della regina”, dolce da condividere (risolatte con fragole).

Infuso alla menta con menta fresca e diversi tipi di caffe´, piuttosto ricercati direi.

Anthony Bourdain e’ un #cretino ?

Posted in food, libri by maurozz on giugno 7, 2012

In un breve passaggio di uno degli articoli (che) compongono (il manoscritto) Bourdain rischia di morire, volontariamente, cosi’ solo per dimostrare che e’ piu’ figo di un altro #pirla che lo sfida (l’altro ha l’attenuante di essere italiano).

Nell’introduzione invece in 7 pagine ti fa capire che esiste un contrario sensato a quello che JS Foer ci mette 300 pagine a spiegarti. Cioe’ che puoi anche uccidere un animale e ridurlo a brandelli sanguinolenti, con gli occhi avidamente succhiati dai bimbi di famiglia … senza sentirti un molestatore.

Poi spazia, sempre ben irrorato di testosterone e diarrea.

Breve eresia isterica: Se niente importa (Jonathan Safran Foer)

Posted in food, libri by maurozz on dicembre 14, 2011

E’ davvero un peccato che questo libro, ben scritto anche se troppo giornalistico per i miei gusti, basi tutto su un presupposto chiaramente sbagliato.

E’ un peccato perche’ spara dritto nel mirino e prende in pieno il suo obiettivo: farti pensare, obbligarti a guardare sotto il tappeto. Quello che non avresti bisogno di fare se avessi letto quest’altro libro, molto piu’ leggero, scritto da Anthony Bourdain. Che nel mirino spara solo nell’introduzione “sanguinolenta a fini alimentari” (6-7 pagine, la potete scroccare in qualsiasi libreria). (more…)