La Linea dell'Inutile

Josko Gravner visto dagli States

Posted in food by maurozz on settembre 21, 2010

Tributo a Josko dal New York Times … troppo tempo che non stappo le due bottiglie in cantina … del ’99 e del 2002.

From: http://ping.fm/RX1B5

Tagged with: , ,

Al Vecchio Aratro

Posted in food, posti da evitare by maurozz on febbraio 7, 2009

awful2

Cronaca breve di un disastro non annunciato.

Piove, quasi a dirotto (e se fosse stata tutta neve ?) … strade traslucide, Milano by night che non pare proprio una metropoli. Periferia, zozza.

Non hai avuto tempo e voglia di controllare prima, e il tuo maestro di vita stavolta te l’ha fatta bella.

Reminescenze professionali in un angolo del paesone che ospitera’ Expo 2015.

L’ingresso del girone infernale e’ come deve essere: lercio e squallido, con il velo di unto che come un blob agguanta la strada … ma, sventurato, non riesce a farti desistere. Non vedi la schiera di dolci fatti a mano dalla nonna, cerchi con lo sguardo il tavolo amico, ti accorgi solo dopo del livello di decibel. Non ti siedi, non ancora. Inorridisci alla vista dei bicchieri da chupito.

Hai gia’ capito, e non sarai obiettivo. Poi … basisci.

Le bruschette sono gia’ li, con pastette dure e nere come la pece, lardo in scioltezza e pomodoro. Apprezzi quest’ultime, ignaro che la quantita’ di sale ivi contenuto sara’ solo un misero assaggio di quel che ti aspetta.

Adesso ti siedi, vedi capelli piu’ lunghi, datate esperienze di sdoppiamento da Facebook e poco altro.

Assaggi il vino … skifato, cambi bicchiere. La cronaca dira’ poi che trattavasi di Ruinello Pinot Nero, da servire a 18 gradi in ampi calici … qui era dal frigo e travasato nei citati bicchierini.

Poi ordini, e alzi la voce perche’ non senti nemmeno te stesso. Arrivano i primi piatti. A base di sale. Con qualche verdura e pezzi di pasta intorno.

Finisci il tuo, non assaggi degli altri e ti unisci al coro sommesso che, piano, prega “andiamocene … andiamocene …”. Acquisti voce e coraggio, insieme agli altri, dimentichi rispetto e civilta’ … la preghiera si fa nenia, la nenia cantilena, la cantilena canto e il canto urlo di liberta’ !!!!

Ma il maestro, ancora non sazio, ancora non e’ contento e ci inchioda con la frittura di fiori di zucca. Ostentatamente: inutile ogni commento.

Fortuna vuole che Ombre Rosse non sia lontano, e chiudiamo con vari bicchieri di Barolo Chinato (ma perche’ esiste il Barolo Chinato ?) e la Ribolla di Dorigo.

Andate in pace.