La Linea dell'Inutile

La Lucanda

Posted in food by maurozz on agosto 26, 2009

Forse saranno stati i pantaloni a quasi zampa bianchi. O i sandali, rigorosamente Birkenstock e molto aperti, forse la solita incongrua, greve e tintinnante accozzaglia di catene, anelli e bracciali. Fatto sta che al Devero Hotel di Cavenago Brianza entro, con la simpatica (?) baldanza che sempre porto da casa, seguito, ma intellettualmente preceduto, dal maestro di vita. E fatto sta che in men che non si dica, nelle educate menti del personale, diventiamo una coppia di attempati frollocconi.

Il Devero Hotel e’ un blocco di cemento molto stylish (dentro) a mezzo sputacchio (piu’ cavalcavia) dal casello di Cavenago-Cambiago, sulla nostrana Route 66, la A4.

Il Devero Hotel ospita un ristorante che per anni ha rappresentato un tormentone, e che, per manifesta incapacita’ organizzativa e per certo timore reverenziale, non abbiamo mai visitato nella sua dimora storica in Osio Sotto, terra bergamasca.

Il ristorante si chiama La Lucanda.

(more…)

Destino Bar @ Frankfurt

Posted in food, viaggi by maurozz on giugno 22, 2009

C’e’ questa cosa che ho notato in anni di frequentazione teutonica: anche i posti modaioli e fighetti hanno prezzi normali. Non come i caffe’ in piazzetta a Porto Rotondo, ma anche in Piazza San Marco per dire.

Destino e’ stato che l’amato Tasca chiuse per manifesta incapacita’ di offrire sublimita’ varie al popolo, con prezzi di sicuro allineati al suo mentore stellato Juan Amador, ma poco adatti allo struscio della Taunus Strasse di Wiesbaden. Fregiavasi di titolo di Tapas Bar, e allora su un altro Tapas Bar siamo capitati. Destino appunto.

Si trova in una zona di FFurt che mi piace, con larghi viali alberati e architetture un po’ patchwork e fuori scala, ma comunque mi piace uguale.

DJ set in bella vista, tavolacci fighesimi all’esterno per il popolo del fumo, luce soffusissima, divanetti spaccaschiena e personale efebico. Ma il cibo e’ ottimo, la selezione di tapas assolutamente di qualita’, anche se sempre di tapas parliamo. Qualcosa di piu’ si potrebbe osare sul dopopasto, magari con qualche rum di livello oltre ai soliti commerciali. Menzione per la composizione forse piu’ banale che, come spesso capita, da’ un po’ la misura al tutto: patate arrosto coriandolate di parmigiano, ma mini-menzione anche ai gamberoni grigliati. Piu’ che interessanti i cocktail e (udite udite) il pfefferminztee con menta fresca.

Da provare se siete nei paraggi.