La Linea dell'Inutile

Ho visto Tron Legacy

Posted in cinema by maurozz on ottobre 15, 2011

E anche questo mi ha fatto dormire ma almeno non mi ha fatto cagare, perlomeno non subito.

Tagged with: ,

Ho appena visto Tron

Posted in cinema by maurozz on ottobre 13, 2011

E oltre a farmi dormire mi ha anche fatto cagare.

Tagged with: ,

L’uomo che fissa le capre …

Posted in cinema by maurozz on ottobre 14, 2010

… e’ un mezzo capolavoro. E come tale e’ da guardare. La trama e’ assolutamente inutile e il gigioneggiare di tutti i protagonisti e’ l’unica cosa di cui interessarsi.

Da americano non posso davvero non vergognarmi di tutti i retromessaggi ma c’e’ da ammettere che l’eleganza del tutto mi fa dimenticare la vergogna.

E poi non sono americano. Quindi. Mi godo Jeff Bridges che ui supera il se’ stesso di Big Lebowski.

I quattro DVD del week-end

Posted in cinema by maurozz on novembre 16, 2009

vodka_lemon

Vodka Lemon vince la garona DVD del week-end. Attempata e delicata storia d’amore in salsa armeno-cimiteriale, con la grande mamma Unione Sovietica ormai a pezzi, riesce a non stancare nonostante il ritmo lento e suadente. Non succede granche’ in effetti, ma il paziente e timido avvicinamento dei due vedovi, non in eta’ sbarazzina, e’ commovente. L’autobus galeotto (maledetta USSR !, adesso tocca pagarlo l’autobus …) e il relativo autista aggiungono il touch francese che giustifica il tentativo poetico. Neanche qualche sprazzo di machismo testosteronico middle-asiatico infastidisce. Fotografia eccezionale nella sua uniformita’: neve e cielo azzurro. E sempre due sedie nella neve nella notte, cosi’, per parlarsi, fumare una sigaretta e pensare ai figli in cerca di fortuna.

Il Calamaro e la Balena … e’ vero che vince Vodka Lemon, ma qui si sgomita un bel po’. Matrimonio alla fine senza scosse, figli, gatto e lezioni di tennis da gestire. Premessa non esaltante. Ma un Jeff Daniels ispirato e molto barbuto tira fuori una interpretazione convincente e parecchio downtempo, trascinando il resto della ciurma. Storia parzialmente autobiografica del regista Noah Baumbach. Ti lascia li’ cosi’ alla fine: con la convinzione che le cose giuste fanno fatte.

Pane e Tulipani … mah !!! … favoletta di evasione dalla mezza eta’ familiare. Sta in piedi piu’ per Bruno Ganz e relativo strambo personaggio incastonato in una Venezia non dark ma nemmeno cosi’ kitsch. Lasciato in background per preparazione cena.

The Big Lebowski. Ovviamente fuori concorso. Rivisto bene. Capolavoro di assurdita’ con i piedi per terra … Turturro con il suo paio di gemme … e un Jeff Bridges cosi’, quando mai lo ritrovi ?