La Linea dell'Inutile

Crescere con i miti sbagliati – #Aphrodite

Posted in arte by maurozz on giugno 24, 2012

Dopo lieve sonno e colpevole ritardo, chiacchierando con l’icona erotica ieri sera e’ uscita questa cosa.

Civico 17 – Osio Sotto

Posted in food by maurozz on agosto 4, 2010

Il dramma di essere un dessert e’ che arrivi sempre per ultimo. Pance piene, mandiboloni stanchi, papille provate.

Indi percio’ … o sei proprio buono. O e’ davvero meglio che rimani in cucina. Perche’ potresti avere la pessima idea di far dimenticare …

Brutta vita quella del dessert … dalle tre stelle e mezzo mi abbassa a tre, sob.

Spiegata l’irritazione da fine cena, per un gelato Sammontana-like (copyright icona erotica in grandissimo spolvero) e una panna montata da bomboletta. Buone le fragole e il cioccolato di lacrima.

Il Caff dice di un gran futuro, sono assolutamente, completamente, supinamente d’accordo in parte.

Antipasto ineccepibile, con un crudo di storione bello e buono … tre grani tre di sale grosso l’avrei messo, ma comunque ci siamo. Splendida per vista e gusto la composizione di scampi e cappesante arrosto che l’icona erotica (gia’ detto in grandissimo spolvero ??)  e la moracciona fanno propria.

Il raviolo (o tortello, che non facciamo i fighetti) e’ un atto di coraggio visto che siamo nella casa del Brasi che del tortello e’ per me rimasto il re. I commensali lamentano un mandorlato dolce troppo presente, io invece stupisco un po’ per l’insistenza nella mancanza … di sprint salino. Ma la pasta e’ tosta.

Di buona routine i formaggi per chiudere l’ultimo spazio curioso.

Ci da’ il benvenuto un fragoroso temporale … e l’ambiente appare ben caldo, con ottimo angolo esterno su rudere e canne al vento.

Carta dei vini forse originale … essendo in stretto regime dietetico non mi permetto aspre critiche.

Ah, dimenticavo … che fretta abbiano nello svuotare la tavola non l’ho mica capito … un pizzico di studiata lentezza su un servizio gia’ buono, cortese ma non steccato, non guasterebbe.

Ciao Civico 17, lieto di averti dato i miei denari, invero neanche troppi.

S’ha da fare !

Posted in the thing by maurozz on gennaio 23, 2010

Il mio caro e mesto Mario Pri (copyright icona erotica, una che viene subito al sodo) e la mia dottoressa un tempo poco incline alla simpatia si fanno attendere quel giusto paio d’ore.

Poi mi dicono, piu’ o meno nell’ordine:

1) Abbiamo analizzato il tutto, l’intervento s’ha da fare, non ci sono alternative sensate, no medicine, no radio, nient’altro. La posizione di the thing e’ perniciosa, non si puo’ lasciare li’.

(e io: bene, avanti)

2) Ci sono dei rischi anche se operazioni di questo tipo ne facciamo parecchie.

(e io: bene, avanti)

(more…)

Angiografato e felice

Posted in the thing by maurozz on dicembre 20, 2009

(… ascoltando Radio Swiss Classic)

No, dai … non vi voglio annoiare con la spiegazione di cosa sia un’angiografia, trovate tutto su wikipedia, che si spiega meglio di me.

Quello che voglio dirvi invece e’ che non fa male per niente, il dentista medio in confronto e’ un boia … e dal dentista di solito mi addormento.

Primo: la mia idea di inguine equivale a quella di pube, non so perche’ ma e’ cosi’. Quindi quando mi hanno detto che entrano dall’inguine con una serie di tubi (in gergo: cateteri) per raggiungere il cervello mi sono terrorizzato. Ma l’inguine __confina__ con il pube, non e’ il pube. (more…)

Turning 40 … and more from BG

Posted in food, the thing by maurozz on dicembre 9, 2009

(Turning 40 … vedere in fondo per “more from BG”)


La kastigamatti, nella sua rapida verticalita’ nordica (avete presente certi riesling ?) l’ha messa cosi’:

Dovevi aspettare di avere the thing per invitare gente a casa per una festicciuola ?

che non ha mica tutti i torti, ma io nella mia orizzontalita’ sudista faccio risalire tutta la colpa della mia nulla ospitalita’ a mia madre e alla sua imperante legge (che ha retto tuuuuutta la mia tenera infanzia) … “se inviti qualcuno poi lui si sente in obbligo di invitare te” … e allora ?

Comunque e’ piu’ facile dare la colpa a lei, oltre (appunto) a essere vero.

E quindi una fronda di personaggi di razza si e’ catapultata a casa mia il giorno 5 dicembre 2009, gloriosa data che mi vide skizzare fuori da mia madre 40 anni orsono … non senza difficolta’ perche’ avevo la capoccia piuttosto grossa.

A dire la verita’ vera si sono un po’ anche auto_organizzati per sorreggermi (il morale !) e conversare anche loro amabilmente con the thing. Ben fatto !!, se aspettavano me … campa cavallo … mica che poi mi tocca andare a trovarli tutti !

Hanno portato ogni ben di dio da mangiare (miiii ma lo yogurt greco con il miele !!! che buono e’ ?), hanno preparato, sistemato, pulito … donato … scritto un biglietto di auguri in diretta a piu’ mani, dal quale non si capisce una minkia. Che pero’ e’ bello. La Gredly ha anche portato l’origami.

Mancavano le sedie, le forchette e altro … macchissenefrega, tanto io ero seduto in qualita’ di amico fraterno di the thing 🙂

E’ stato un bel party e il minimo che possa fare e’ dedicargli questo post qui. Che pero’ prosegue …

(more…)

Uomini che odiano le donne, the movie

Posted in cinema by maurozz on giugno 10, 2009

La prima mezz’ora se ne va e ancora non capisco se mi piace la fotografia grandiosamente low-fi. Poi, con calma, il racconto prende forma. Vero e’ anche che la nota icona erotica siede di fianco e la cosa mi distrae.

Il film e’ da vedere … naturalmente i cultori sfegatati del libro di Stieg Larsson avranno da ridire … ma il film rimane da vedere.

Forzatamente meno corale dell’opera scritta, mette in scena ___una___ cosa che e’ troppo giusta: l’atmosfera.

Mikael potrebbe essere un po’ meno brutto e panciuto, Erika potrebbe anche essere un po’ piu’ presente … suggerendo, se non proprio investigando, la competizione tutta femminile con Lisbeth, uno dei motori del libro.

Ecco, a proposito: Lisbeth. Perfetta, su Lisbeth si devono tessere opportune  lodi per il casting. E’ over the top, come Plague del resto. Ma, a differenza di Plague, e’ anche bella. Forse. Bellissima.

Chez ASA commenta sulla colonna sonora astrusa, io non la sento nemmeno: la soundtrack non e’ un fattore. Peccato, occasione persa.

Martin me lo sarei atteso un po’ meno attempato, ma va bene lo stesso.

Molto deluso dal ruolo di Millenium, altra cornerstone dell’opera su carta, che qui non traspare se non come elemento di passaggio. Ma e’ li’ che si e’ scatenato tutto.

Colpo della strega sul finale: dopo il noto accadimento che coinvolge Martin il film vira a Bollywood. Davvero ___troppo___ melenso.

E, a parte il low-fi, la fotografia ritorna una Svezia da sogno e una da incubo, preciso preciso il libro.

Come dicevo: da vedere … anche se vi risultera’ un po’ lezioso.

God and Guns World Tour

Posted in musica by maurozz on giugno 4, 2009
Southern by the grace of God !!

Southern by the grace of God !!

Due chitarre in una band rock mi hanno sempre smaronato, prima o poi una delle due segue pedissequa la linea di basso.

Non e’ con questo spirito che ho partecipato alla festa degli Skynyrd iersera al PalaSharp di Milano … uno non prende su e va a sentire i Lynyrd Skynyrd perche’ ama la loro musica. Non solo, almeno.

Gli Skynyrd sono una mezza religione, o almeno cosi’ li interpreta il fido Re (nel senso di king) che mi accompagna completo di stivalazzi, fibbione, driza bone originale e cappellaccio. 30 gradi, mi sa che un po’ di caldo ce l’ha.

(more…)

Ma che bello non e’ Star Trek !??!??

Posted in cinema by maurozz on maggio 17, 2009

Un rapido post per una piccola celebrazione.

Mai stato fan dell’originale, un po’ piu’ mansueto nei riguardi del new generation del capitano Picard, entusiasta di questa trasposizione da grande screen. Giusta ironia, belli (naturalmente) gli effetti, cattivi al giusto i cattivi e soda delicatamente caustica su alcuni dialoghi. Non era facile, ma hanno fatto un bel filmaccio !

… e non e’ mancata nemmeno l’icona erotica del momento 🙂

Tagged with: ,