La Linea dell'Inutile

Bon Wei – Milano

Posted in food by maurozz on maggio 5, 2014

Piu’ del filetto di manzo alla salsa dello chef pote’ il raviolo, e piu’ di quello con i gamberi pote’ quello alle verdure. E’ su questo che si concentrera’ il ricordo’ del Bon Wei. Un raviolo al vapore alle verdure, esiste niente di apparentemente piu’ semplice nella cucina cinese ? Mancavo da molto in ambienti etnici di questo versante ma ne e’ valsa la pena. A parte il fatto che il parcheggio e’ gratuito per due ore.

L’ambiente non c’entra proprio nulla con cio’ che ci si attende da un “cinese”, paccottaglia e poco piu’ bandita per legge. Qui l’atmosfera e’  curata, tranquilla, per nulla “invadente”. Musica a modo.

Bacchette di metallo per sottolineare che non e’ il solito posto, servizio deferente, quasi troppo per uno rozzo come me. Vini opportuni e te’ in carta e una sola caratteristica “dubbia”, il menu’ corposo.

Finisco con un te’ appunto, dopo i ravioli, il manzo, e il riso saltato di doveroso accompagnamento.

Anzi no, finisco con il dessert, un tortino al cioccolato che, a dispetto del nome, non e’ banale come di norma. La sensazione e’ di aver mangiato bene ma aver perso molto, per esempio chissa’ come sarebbe stata l’anatra alla pechinese. Tocchera’ tornare.

Tagged with:

La Maga delle Spezie – Chitra Banerjee Divakaruni

Posted in libri by maurozz on maggio 8, 2012

Attratto dall’etnico e dall’India mi scolo con calma un 250 pagine di sovralirismo acuto e a intermittenza irritante.

Che per fortuna ‘ non riesce a rovinare una storia curiosa intorno all’eterna partita  tra bene e male.

Inutile l’apoteosi sensoriale verso la fine, che rischia di uccidere tutto.

Tagged with: ,

Yogi tea

Posted in food by maurozz on giugno 11, 2011

Alcuni sono davvero orripilanti … questo, dopo 7 minuti di infusione, e’ buono. Non buonissimo, pero’ buono.

Tagged with: ,

Just India – Milano

Posted in food by maurozz on giugno 11, 2011

Ma guarda te che bel posticino. Non troppo grande ma nemmeno troppo piccolo. E se non trovi la compagnia di colleghi casinari anche tranquillo. Kitsch ridotto al minimo.

Molto gentili loro, anche con chi non prenota.

Molto buono l’agnello e, dicono gli altri, il pollo. Il pane alla menta e’ la novita’ che trovo quando mi aspetto il solito cheese naan. Lenticchie a chiudere eventuali buchi.

Molto buono il te’ speziato al cardamomo.

Molto facile il parcheggio (da quasi sogno) se vai la sera.

Tagged with: , ,

Re Salomone – Milano

Posted in food by maurozz on maggio 27, 2011

Impostazione dell’ambiente diretta, what you see is what you get si direbbe. Molto simile a una reception di hotel di buon livello. Si mangia bene ? Non lo so.

Apprezzo di questa cucina la capacita’ di speziare senza le esagerazioni tipiche della cucina araba. Pare manchi il quid a chiudere il gusto ma non e’ vero, c’e’ tutto e noi siamo abituati male al fortissimo impatto salato-piccante di altre cucine simili.

Porzioncine di antipasto della zona, davvero esiguo … prego aumentare.

Cous cous carnivoro con carne piuttosto ostica, certo di sapore ma non il mio tipo di carne. Faccio troppa fatica.

Dolci con un quoziente di zucchero incredibile, troppo.

Eppure non me la sento di sconsigliarlo, almeno una volta questo mix speziato deve essere provato. A patto che non esageri con l’aria condizionata.

Anche se io non credo tornero’.

Tagged with: , , ,

Taj Mahal – Milano

Posted in food by maurozz on febbraio 11, 2011

Taj Mahal, no non quelo di Milano

Inutile la solita domanda: torneremo ?, perche’ tanto siamo gia’ tornati.

Prima del concerto di cui sotto, sempre di corsa perche’ siamo in ritardo per il Gelato gig, sempre li’ che spingiamo la cucina a fare in fretta … e loro sempre bravi a fare finta di darci retta 😉

E’ buono, moooolto buono. L’ambiente e’ intonato ma non kitsch, il cibo ha il suo senso, cosa che non mi e’ capitata in tutti i ristoranti eNNici di Milano.

Pollo forse un po’ asciutto (ma e’ pollo) e agnello tandoori ottimo (ma e’ agnello). Se devo per forza trovare una pecca: non ti inondano di salse.

Ho anche fatto i complimenti spontanei uscendo, devo essere completamente rincoglionito (o forse lo Stuerz mi ha mosso a compassione).

Punto fermissimo.

Tagged with: , ,