La Linea dell'Inutile

L’Altra Isola – (ovvero Erode a) Milano

Posted in food, posti da evitare by maurozz on aprile 5, 2015
HerodtheGreat2

Erode @wikipedia

Peccato, eri un tipo a posto come si puo’ leggere sotto, poi la seconda volta mi hai infastidito perche’ alle 21.40 non avevo ancora ordinato il dolce “che la cucina chiude”. Crepa te e il tuo ristorante. Peccato, appunto.

“Erode era un bravo pediatra” Con questa osservazione saggia, tranquilla e incontrovertibile l’oste si guadagna la mia stima, magari non eterna, ma comunque abbastanza duratura. E vira in gia’_divertente_all’inizio una serata dominata da urletti e schiamazzi della tavolata … che di solito non mi fan digerire bene. Ma tra suore e puttane, “asiatiche dementi” [cit.], borsoni per il cambio e genti pacifiche e dominate viziose dai social, mi appresto con vasto appetito a funzione precisa. Quella dell’estorsore di cattiverie e di mali altrui, con speranze di rivincita nella vita eterna. Fantasmi e topini in culo in pratica. Aiuta la trattoria: boiserie scure (molto scure), luci cimiteriali tranne una (che e’ una lampadina sbagliata) e pavimento di allora, non fosse per quei [omissis] di bambini sarebbe perfetta, tavoli poco pieni e con qualche persona normalmente strana, mondeghili e frittatina per scaldarsi e poi. Vino della casa che non tocchero’, acque che arrivano e oste da primato. Lenta deambulazione, pratica cecita’ e nobile scazzo milanese di una volta. Suggerisce il risotto all’osso buco, prendo quello al salto, ma l’osso buco arriva lo stesso al tavolo e e’ uno scionfo (vuol dire tanto). E dicono molto buono, mi fido. La giovane a dieta inconsapevole sta sulla cotoletta, estesa quanto la citta’ metropolitana. Circa. Ma molto sottile, e molto diversa dalle varie re-interpretazioni gourmet , abbrustolita forse fin troppo e probabilmente piu’ vicina a cio’ che era a suo tempo. Riso al salto giustamente sapido e un filo unto ma cotoletta, cui poi non resistero’, da ricordare per golosita’. Tarte-tatin da non dimenticare e zabaione in quantita’, ma leggero. I bambini vanno via, e anche le suore social-viziose. Amen. Con un conto a cui avrei scurtato qualche euro, ma siamo a Milano. Dove Erode val bene un pugno di euro in piu’.

Trattoria del Nuovo Macello – Milano

Posted in food by maurozz on dicembre 7, 2014

Sicché’ non c’era. Vabbè non importa …

…..

Però non è vero che non c’era, per alcuni c’era. Le solite ingiustizie.
La cotoletta non c’era per tutti, la cotoletta del Nuovo Macello, quella che è una mezza istituzione tra gli amanti della cotoletta alla milanese. Non il simulacro (banale succedaneo !) che mi ha propinato per anni quella santa donna di mia madre, fatta di pollo croccante battuto all’infinito. (parentesi, mia madre, la cui idea di salubrità dei cibi corrisponde a: totale assenza di gusto).
Parlavo della cotoletta, quella vera. Alta un dito abbondante (fai due), dorata ma con la carne solo al rosa, non di più. Puro carrè di vitello. Che è un taglio che non trovi per strada, lo devi cercare, e non è granché’ grande. Quindi per me non c’era. (more…)