La Linea dell'Inutile

SoundCloud of the day

Posted in musica by maurozz on gennaio 23, 2016
Tagged with:

SoundCloud of the day

Posted in musica by maurozz on gennaio 10, 2016
Tagged with:

Expect me like you expect Jesus to come back

Posted in cinema, musica by maurozz on dicembre 15, 2013
Tagged with:

Ghost Brothers of Darkland County

Posted in musica by maurozz on dicembre 1, 2013

Musical ancora prima che album, ma poi album di un certo peso, con la strana coppia  Stephen KingJohn Mellencamp (nelle vesti di regista) e T-Bone Burnett in quello di pifferaio magico per personaggi di “un certo livello”.

Ne esce un disco in cui Sheryl Crow svetta (quasi) con So Goddam Smart o gli altri tutti dietro a piu’ o meno breve distanza. Vale tutti i 9.99 euro spesi.

 

Jonathan Wilson – Carroponte (oppure de “l’hamburger di Fassona”)

Posted in musica by maurozz on luglio 23, 2013

Allora, bel concerto davvero, jammando il giusto senza rompere i maroni. Non e’ facile fare un genere cosi’ senza ripetersi.

E comunque quando hai fame va bene anche l’hamburger di Fassona (scritto con la maiuscola) alla festa dell’Unita’, anzi quella di SEL. Non c’e’ piu’ l’operaio di una volta.

Tagged with: ,

The Black Crowes – Milano – 3 luglio 2013

Posted in musica by maurozz on luglio 5, 2013

bc live alcatraz

OMF God !!!! chiude con un pezzo un po’ da buonanotte ma due ore belle belle, con una Hard to Handle medleyata Hush da malati di mente inaciditi. Una “Medicated goo”dei Traffic mai neanche sospettata.

Bel concerto, non li sentivo da un po’. Ci sono ancora. E va bene cosi’.

Tagged with: , ,

Giovanni Sollima – Spasimo @sentiselvaggi

Posted in musica by maurozz on maggio 25, 2013

2013-05-25-394 (2)

Bello.

L’Ultima Thule – Francesco Guccini

Posted in musica by maurozz on gennaio 28, 2013

Be’, non mi aspettavo certo grosse novita’ musicali ma la title track ha un bel sapore etno-rock … un po’ un “Asia” dei nostri anni e chiude un lavoro-complesso di generi anche mischiati nello stesso pezzo. Non una brutta idea che, con la forte impronta alla produzione di JC Flaco Biondini, e’ probabilmente diventata tema dominante.

Nel complesso l’album, declamato come ultimo per sempre, e’ il Guccini che si conosce, un porto sicuro che con l’avanzare dell’ esperienza-eta’ diventa piu’ sarcastico e amarognolo ma mantiene tutto su un tono di voce piuttosto basso. Non un bisbiglio di chiesa ma piu’ un brontolio da circolino. Anche con una ironia che si scova piano piano. Graffia meno ma la troietta di regime non manca.

Trovo un bel pezzo di Marta Cagnola su S24 che dice molto nello spazio di un minuto. Poi un paio di analisi quasi grammaticali su Rockol (anche di … un Bertoncelli, un prete …).

Tagged with:

In Sardegna – Paolo Fresu

Posted in libri, musica, viaggi by maurozz on dicembre 16, 2012

Un bel progetto, e anche un bel libro. Ha ragione Fresu se non vedi la Sardegna dell’interno non hai visto la Sardegna (non so se l’abbia detta cosi’ ma e’ cosi’ che ti rimane addosso questo libro).

50 concerti di fila, un giorno dopo l’altro, ti sembra di sudare con lui e la troupe mentre si spostano nei posti forse piu’ belli dell’isola, e forse perche’ molti sono posti poco conosciuti.

E’ vero, un po’ elegiaco ogni tanto ma che ci vuoi fare ? E’ la “malattia” della Sardegna, “l’amore per la terra da’ solo buoni frutti [cit.]”.

Godibile, a tratti quasi commovente. A tratti invece no.

Tagged with: ,

Mr. Loba Loba: Andrea Berton

Posted in food, musica by maurozz on dicembre 5, 2012

(in canna da una vita, adesso che la separazione pare consumata con soddisfazione per le parti ripropongo con piacere)

“Tres Hombres” e’ un album del combo trio blues-rock ZZ Top. Data circa 1973 e l’interno della copertina dell’LP e’ uno spettacolo di colori forti in primissimo piano … cioe’ una montagna di cibo tex-mex, con birra al seguito. Nient’altro, non una scritta, niente, solo e soltanto cibo colorato, grasso e unto. Mi sono tornati in mente gli ZZ Top per una sensazione con lento e lunghissimo persistere dell’acqua al pomodoro di un piatto di Andrea Berton. Il pezzo era Brown Sugar e la nota di chitarra moriva lenta ma lenta ma proprio lenta. Il piatto invece e’ la capasanta cruda (le capesante mi perseguitano) con limone salato, noce moscata, acqua di pomodoro e sfera di ricotta. L’acqua di pomodoro e’ quasi gia’ morta mentre ti ingegni a capire come si mangia questo affare ma quando hai finito lei e’ sempre li’. Tenue. Che aspetta solo un sorso di acqua minerale per riattaccare in tutta la sua ferocia. Esagerato ? No no, riattaccava anche la chitarra. (more…)