La Linea dell'Inutile

The Hateful Eight

Posted in cinema by maurozz on marzo 2, 2016

8ful

Quasi un peccato non poter godere del discernimento di Tarantino & Co. nella scelta dei pezzi della soundtrack. Ma neanche troppo male il tema di Morricone, che alla sua eta’ si prende la soddisfazione dell’Oscar. Tema piu’ horror che western, e piu’ gotico che country. Letta una cosa interessante dopo l’oscar: sembra piu’ l’opera di un giovane sperimentatore che quella di un venerando maestro, Piovani credo.

Tre ore che non rompono, e quella e’ gia’ una notizia. E un film con l’intervallo, non ne ricordavo da un altro Tarantino: “From Dusk till Dawn” o “Dal tramonto all’alba” per i detrattori.

E come la’, anche qui l’intervallo segna un cambio brusco, forse non di trama, non del tutto, ma sicuramente di velocita’. Dopo opportuna tirata nubian-fallocentrica.

Sorprendono gli scarsi entusiasmi intorno a questo film, e’ una estremizzazione di tutto quel che si conosceva gia’ di sto matto. Grand guignol, dialoghi e monologhi, molta tensione e niente azione (primo tempo), sempre tensione ma scaricata con piu’ “azione” (secondo tempo). Un paio di doppiaggi discutibili, come spesso capita.E poi politica a manetta, razzismo a pioggia e lo scemo del villaggio che non manca mai.

Bello. E con ‘sta storia del Panavision e’ anche vero che nello schermo ci sta un sacco di roba. (anche questa l’ho letta).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: