La Linea dell'Inutile

Ristorante Macelleria Turba – Rivolta d’Adda (CR)

Posted in food by maurozz on febbraio 9, 2015

Intanto un bel 7+ per aver resistito all’idea (ma magari neanche) di chiamarla Antica Macelleria qualchecosa, che ne abbiamo un po’ pieni i maroni di tutta sta anticaglia nuova di pacca.

Ooooppppssss, ho letto la pagina Facebook solo dopo…..🙂

Poi un bel 5/6 (si legge "dal cinque al sei") per incoraggiamento per il sito web, invero poco guardabile; allo stesso livello del sito potrebbe esserci il colore della tinteggiatura interna ma toccherebbe poi un voto anche alla foto non foto della parete di fondo. E poi son gusti.

Quindi piantiamola con i voti, che anche se e’ domenica io non sono Gianni Mura (lo so, lo so).

Dunque: qui lavora il Malo, un amico che da tradizione vorrebbe fare il chef e che ha studiato per farlo, tanto ha studiato che gia’ lo fa. Si e’ girato un po’ di posti e poi adesso che e’ in fase “sto diventando grande, mioddio che faro'” ha dato una spinta energica a questo coacervo di carnivori macellai che, prima, la carne la vendevano “soltanto”. E che adesso hanno deciso di ristorare. Se l’ha fatto il Motta perche’ non i Turba ? Ci sta.

Terra di mezzo tra la bassa padana e la bergamasca, zona di elezione della nebbia DOP e adesso anche casa di questo ristorante informale a meta’, perche’ il Malo ha studiato, e si vede. Non ti sbatte li’ due etti di carne dicendoti “Toh va’ che bell’hamburger !”. No. Lui ci riflette sull’hamburger, lo cuoce a bassa temperatura, ci fa intorno un pane che mantiene leggero e croccante, ci infila cipolle caramellate al vino rosso e una lungimirante salsa efebica al wasabi che ne vorresti una tazza da parte. Perche’ e’ leggera e il non-segreto e’ un po’ tutto li’.

Zero pesantezza dopo l’hamburger, e hai sentito il sapore della carne. Per dire: quello di Berton e’ mini e satura di piu’, quello Al Mercato e’ grosso e riempie di conseguenza ma in entrambi i casi hai in bocca troppa violenza per aver davvero sentito la carne.

Certo c’e’ un pero’: hai ancora fame. E allora spazio al pesto di cavallo (affilerei di piu’ il coltello) che da antipasto passa a chiusura della cena prima della torta di mele conclusiva.

Sui vini mi riservo di decidere.

4 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Pig said, on marzo 16, 2015 at 10:01 am

    ah, ma fa anche l’hamburger?
    allora la visita dobbiamo anticiparla.

    • maurozz said, on marzo 19, 2015 at 1:46 pm

      eh, lo faceva, adesso fa la tempura di Angus, ha preso sul serio le nostre critiche a quella di sabato

  2. Pig said, on marzo 1, 2016 at 3:35 pm

    secondo me hai messo troppa poca enfasi sui dolci.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...