La Linea dell'Inutile

Dispensa Magazine

Posted in food by maurozz on febbraio 3, 2014

Uno, uno solo. Andavo all’oratorio in quel tempo, vivevo meta´giornata dai miei nonni e meta´giornata a casa con mamma, poi arrivava papa’. Tutto normale, quasi noioso ma in quel tempo non era noioso.

Mamma non amava (e non ama) cucinare e prese da subito una strana deriva simil salutista senza saperlo. Quindi sapori zero, e quando ti andava bene sapori zerovirgola.

Nonna viceversa era donna dalla mano pesante, aceto da labbra blu, finocchi a condire il pepe, olio dozzinale a condire i finocchi, burro, fritti, vino nelle banane con le fragole, cioccolato.

Chissa’ quale delle due cucine amavo di piu’ …

Perche’ mi e’ tornato in mente tutto questo ? Perche’ una delle merende che facevo da mia nonna era pane burro e zucchero, ma una cifra davvero di zucchero.

E leggendo Dispensa Magazine, piu’ precisamente l’articolo “Overground” del numero zero, mi e’ sembrato di tornare la’, a qualche milione di anni fa. All’unico mio ricordo “alimentare” che si avvicini a quelli raccontati in questa impossibile rivista fatta di carta.

Tagged with:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: