La Linea dell'Inutile

6 film

Posted in cinema by maurozz on novembre 29, 2010

Il concerto – Radu Mihaileanu e’ una favola, che come tutte le favole finisce bene. E’ facile facile e scorre bene, a patto che amiate un minimo la musica classica, ma proprio un minimo. La storia la trovate ovunque, inutile che la racconti ankio. Occhio che (e’ si una favola ma)  puo’ emozionare forte, dipende un po’ dalla predisposizione del momento.

Leggo dopo la visione che ha ricevuto qualche critica per la sfilza di luoghi comuni di cui  e’ ricco … poco male, tutte cazzate. I suddetti sono ben intercalati e comunque impilati con gusto e a bella posta. Strappa facile le 4stelle. Ed e’ piuttosto ovvio comprare la colonna sonora dieci minuti dopo.

Sotto le bombe e’ un gran bel film, duro, anzi no, piu’ secco che duro, poesia zero, poco ruffiano. Come tutta la questione mediorientale. Qui c’e’ una madre che cerca il figlio, ma e’ solo la scusa.

2012 … si fa fatica a crederci. Ma tant’e’. 2 ore e mezza di delirio sulla fine del mondo, con tutte le icone del tempo nostro: i russi riccastri, i cinesi che lavorano senza salvezza, gli italiani cattolicissimi, mmm che altro ? uh si’ la famiglia che si riunisce dopo mille difficolta’. E altro, altro, altro … Fiaba si, anche godibile a voler vedere, ma 2 e mezza sono troppe davvero. Certo un pensierino alla fine del mondo lo si fa.

District 9: mah … questi alieni buoni sono delle checche. I veri machi bastardi della galassia siamo noi uomini. O no ?

A Serious Man l’ho visto e rivisto perche’ mi sono sempre addormentato. Non e’ colpa sua, e’ colpa mia che l’ho sempre iniziato in seconda/terza serata quando ero ormai un po’ decotto dal caldo estivo e dalle erculee fatiche quotidiane.

Visto tutto insieme, finalmente, in un pomeriggio quasi fresco rende un gran servizio a chi si crede __LA__ sfigata vittima degli eventi. Mantiene l’ impostazione da fratelli Coen, con risate amare e sempre sotto l’onda … ma e’ divertente. Con una scena mooooooooolto erotica😉 e una rielaborazione dei nazisti dell’Illinois (almeno io la leggo cosi’).

A Single Man invece e’ un mattone, ma levigato di fino. Dalle manine apparentementi sapienti di Tom Ford. Da non guardare se sentite che il mondo intorno a voi non vi capisce/accetta.

Tagged with: , ,

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. thebigfood said, on novembre 29, 2010 at 11:08 pm

    L’unico che ho visto di questi è “A Serious Man”. Divertente con qualche scena memorabile come ad esempio quella del bar mitzwah sotto erba. (Ri)vedere per credere: http://www.youtube.com/watch?v=i4SJ-qp4204

    Ieri ho visto Red Road: un vero delirio.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: