La Linea dell'Inutile

I ristoranti del Poggio alla Sala – Montepulciano

Posted in food by maurozz on ottobre 21, 2010

Il plurale prevede che siano piu’ di uno. E infatti: sono due. Ma ti siedi nello stesso posto e nello stesso momento. Quindi e’ uno. No sono due. Insomma un gran casino che quando te lo spiegano ti chiedi se qui sono matti.

Te l’eri gia’ chiesto perche’ consegnandoti i menu’ (due) la ruvida caposala con l’espadrillas (una)  ti invita poco dolcemente: non mischiate, mi raccomando ! Un menu’ e’ (testuale) Gourmet, l’altro e’ (testuale) Locale. Uno e’ del ristorante Agape, l’altro e’ del Burlesque.

(Sono pazzi🙂 )

In ogni caso sono i ristoranti del Poggio alla Sala, un “resort” che se lo disegnavano sulla tela non potevano farlo piu’ in Toscana di lui. E i ristoranti non sono da meno: sala affrescata, sedie in plastica trasparente ma stilosissime, tavoli vetro e acciaio satinato, bicchieri tondi il giusto anche quelli per l’acqua. Bel posto insomma. E parcheggi facile anche. Tra le vigne e gli altri casolari riattati da ruderi di antica weingut.

Ma li sfida la mia pigrizia di tardo vacanziero settembrino, che neanche 20 miseri km vuole guidare la sera. Quindi mangio li’ per 3 sere 3 di fila. E mangio in verita’ bene, ma i vizietti di servizio prima spaventano, poi irritano e alle fine divertono. Inclusa la grazia inattesa del poggia borsa per la kastigamatti.

Dalle 3 serate seleziono.

Cibo: tartare di ricercata e diretta creativita’ estetica, nonche’ di qualita’. Riprovata anche , proprio buona.

Vino: neanche la mia vena anti-rossi mi ferma dal Nobile di Montepulciano di Capoverso, che mi e’ piaciuto. Dall’altra parte quagliette arrostite, curioso complemento al Nobile.

Vizietto: la maitre che scontrando le terga di un elegante avventore lo informa di aver osato una manovra inopportuna (lui !!!?!?). Lui si scusa.

Cibo: le bruschette toscane sono buone, la semplice caprese e’ servita un po’ fredda e perde il contatto con una buona bufala; anche il mosaico di verdure in gelatina con bavarese al pomodoro e’ servito un po’ freddo. La lasagnetta di baccala’ e’ invece calda, ma ha quel pelo di crema in piu’ che stona. Tutto l’insieme denuncia voglia infinita e una certa capacita’.

Vino: altra sera, altro Nobile, stavolta di Salcheto. Sul quel non mi pronuncio per mancanza di obiettivita’.

Vizietto: diciamo che interpreto cosi’ l’incostante rifornimento di pane (ottimo !) al tavolo.

Piu’ di tutto, dopo 3 sere,  mi piace l’impegno che ci mette il personale di sala, da capire certo, ma di sicuro “impatto”.

Eviterei lo sciapo bar sia per il pre che per il post cena.

Per i didascalici del menu, che pero’ cambia relativamente spesso, ecco qui il link, .  Impressione sul prezzo: un zic troppo alto.

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. angelo said, on febbraio 19, 2011 at 4:56 pm

    sei pazzo


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: