La Linea dell'Inutile

Scena: interno giorno

Posted in the thing by maurozz on maggio 17, 2010

Primo piano di un aeroporto low cost qualsiasi … sembra quello di Bergamo. Tutto buio tranne un tavolaccio posticcio con lucetta, ovviamente fioca. Senza sorgente visibile.

Vecchia megera truccatissima da una parte, capelli fini e forse ricci. Una miscela tra la mia vicina che ingrassa di 4 chili al secondo e la mia prima prof di italiano delle superiori … naturalmente innamorata di me.

Io dall’altra. Semplice. Figo. Come al solito.

In mezzo macchinario di dubbia utilita’ con 4 pulsantoni quadrati e (fiocamente) illuminati: ASL 1, ASL 2, ASL 3.

La megera mi fa una domanda e io premo il pulsante. Era facile. Poi  me ne fa un’altra … ci penso un po’, faccio per premere un tasto … poi all’ultimo cambio. Lei si illumina e tutta eccitata mi dice che mi da’ l’accredito ! Certo e’ una cosa condivisa, non e’ che decide da sola e blablabla.

Scendo al piano terra. Un po’ piu’ di luce. Ho i guanti di lana neri, quelli con le dita corte.

Vedo due donne sedute, sulla trentina, entrambe non prive di un certo fascino, ma piuttosto ferme. Una sembra una mia amica, ha gli occhi grandissimi, come quella tortura con gli stecchi che te li tengono aperti … eppure sembra proprio lei. Gironzolo intorno … boh, mi sembra proprio lei. Si gira anche lei, ma sembra non vederci molto.

Di fronte un’altra … indurita e invecchiata, ma pare proprio essere un’altra mia amica. Ma piu’ vecchia … non rugosa o che, solo piu’ vecchia e indurita (appunto). Sguardo fisso davanti a se’.

Mi avvicino, sono loro. E con loro un’altra amica rossiccia e vaporosa con gli occhiali Ray Ban aviatore alla  John Wayne, ma con forma e colore diversi. Molto carina e spumeggiante.

Esco.

Sega circolare fotonica, iniezione a pompa nucleare. Scoppi in serie.

Nebbia in diradazione.

Quello ___sciocco___ del mio vicino che alle 8 di mattina di domenica decide di fare i grandi lavori perche’ lui si e’ fatto la villa ___esafamiliare___ e’ vivamente pregato di andare a quel paese.

E se deve accendere il rasaerba per soli 5 minuti, e svegliare il quartiere per farlo incazzare e’ preferibile lo faccia almeno-almeno verso le 9.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: