La Linea dell'Inutile

Frozen River

Posted in cinema by maurozz on settembre 29, 2009

frozen_river

Vincitore del Sundance Festival del 2008, dove un concitato e ovviamente fuori dalle righe Quentin lo annuncia, con una tagline banale e indovinata (Desperation knows no borders), questo DVD mi si e’ palesato in qualche scaffale poco frequentato di non so quale bene supermercato.

Non rinuncia al lieto fine, e questo forse e’ un male.

Perche’ la storia e’ proprio cupa e disperata e narra di una Melissa Leo che da povera madre di famiglia, naturalmente abbandonata dal marito giocherellone, coltiva i due bimbi come puo’, cerca di lavorare di piu’ sputtanando anche la collega ritardataria e lentamente, per sbarcare, si avvia alla delinquenza sottoforma di import di clandestini.

Storia di frontiera, quella USA-Canada, e di una terra di mezzo che poi e’ una riserva Mohawk, con le sue credenze, la sua personalizzata visione della giustizia, sempre in bilico tra succube accettazione e furba ribellione, e i suo circle tribali. Non mancano: il poliziotto tutto di un pezzo fanatico dei fanalini in perfetto funzionamento … e quello baffuto, pacioccone e comprensivo.

Poverta’ distribuita, mai urlata e sempre presente, accanimento terapeutico per mantenere una certa dignita’ e voglia di riscatto rassegnata.

Non ricordo una sola scena girata in una giornata con il sole pieno … potrei sbagliarmi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: