La Linea dell'Inutile

Fragole Rosse

Posted in food, job by maurozz on settembre 16, 2009

Incazzato:  participio passato di incazzarsi; sinonimi: nero, furioso, arrabbiato, furente, imbestialito, imbufalito, incacchiato. Trovato sul De Mauro, mica un dizionario bau bau micio micio. Quindi: sdoganato, almeno per questo post.

Disclaimer: nessuno dovrebbe incazzarsi per un pranzo, perche’ a pranzo anche i ristoranti “di livello” hanno la liberatoria per deludere i clienti, tanto saranno sempre meglio di Mc Donalds.

Fragole Rosse, Genova Sampierdarena, che quelli di Sampierdarena ci tengono a queste cose di campanile, tipo che se sei di Pegli sei “di fuori” e se vieni da Bolzaneto ti chiedono il passaporto :-). Ah gia’ hanno anche una squadra di calcio, ma non vince granche’.

Saro’ breve e conciso.

Podversic Kaplja Bianco, un vino che a Trieste tempo fa mi fece perdere la testa … vabbe’ ero da solo e avevo bevuto tutta la bottiglia. Comunque rimane saldo nella mia top 5, per l’importanza che puo’ avere la medesima.

Scena: interno rosso (bello), tovaglie misto quadrettini bianco e rosso (tipo pizzeria Da Giovanni di Anversa) e banco seventies da osteria di quelle vere di anni fa (bello). (Non fatevi ingannare dal tono: il mix di ambiente e’ davvero bello).

La signora esce dalla cucina con la bottiglia salda nelle mani … mentre la scruto non visto, capovolge la bottiglia, come se fosse un succo d’arancia da mixare ben bene prima di servire. Uno studio di ingegneria nucleare propone la sua offerta per stapparla, segue negoziazione, giustificazione dei prezzi, certificato antimafia e firma del contratto … io a casa lo faccio da solo … e non sono ingegnere. Al piu’ mi faccio aiutare dal vicino in pensione, per dargli qualcosa da fare … ma anche in due non ci mettiamo piu’ di un minuto.

Molto (molto) tempo prima era arrivata la pasta ai peperoni e curry, un intruglio molto interessante e delicato che non avrebbe sofferto con 3 minuti in piu’ di cottura.

Il Kaplja e’ caldo … e mi fa incazzare quando non ti dicono che il vino piu’ importante che hanno in lista non e’ in frigo. Me lo devi dire, chiaro ??? Poi io scelgo se cambiare o meno, ma me lo devi dire. E’ chiaro o no ? Poi invece della inutile glacette (che mantiene il freddo, non e’ che lo genera !) prendi un secchio e ci metti il ghiaccio.

E la pasta magari me la porti un po’ dopo, magari il vino si raffredda nel frattempo e io non devo bere acqua con la pasta.

Pero’ buoni i grissini e la focaccina, discreto il fritturino di pesce e ottimo il conto, incredibilmente basso. Compresi  i soli 28 euro per il Podversic (vedere prezzi online per credere).

Rimango incazzato, tanto il De Mauro mi sdogana.

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. appuntidigola said, on settembre 17, 2009 at 2:26 pm

    Io non è che sia tanto d’accordo con quello che hai scritto… ma se te lo scrivo poi mi quereli?

    😉

    Ciao Stefano.

    PS.: non sono d’accordo sulla faccenda del frigo e del dirtelo, e sono d’accordo sul secchiello del ghiaccio, ma era tanto per fare del buridone.

  2. maurozz said, on settembre 17, 2009 at 3:37 pm

    bravo bravo fai pure il buridone qui, intanto su dissapore contro-teorizzi un mondo di “abbastanza” 🙂

    cmq: non ti pare davvero che valga una minima informazione il fatto che il vino non sia in temperatura ?

  3. appuntidigola said, on settembre 17, 2009 at 5:09 pm

    dipende. se è bianco preferisco che vengo confermato al fresco della cantina e non al freddo del frigorifero, e che quindi venga raffreddato al momento nel ghiaccio. Pare – dico pare – accettabile anche la pratica del rapidissimo abbattimento.
    Viceversa per il rosso tenuto in cantina a 10° d’inverno sì, vorrei sapere che è freddo-cantina, perchè scaldarlo non possono.
    Resta che sì, la perfezione sarebbe avvertire. Ma nel mondo della perfezione i vini sarebbero sempre a temperatura perfetta…

    PS.: La contro-teoria dell’Abbastanza l’hai capita benissimo, l’hai. 🙂

  4. Lamponeselvatico said, on novembre 22, 2009 at 2:50 am

    I vini non filtrati come il Kaplia hanno bisogno di essere capovolti in modo tale da bere il vino tutto uguale…. sono vini che fanno deposito come alcune birre con deposito dei lieviti sul fondo.. altrimenti s rischia di bere la prima metà di un coore e di un sapore…le la seconda parte di un colore più scuro e di un sapore più intenso….

    s vai a mangiare alle fragole a mezzogiorno, spendi 10 euri più 3 euro di vino della damigiana della cantina sociale del Campasso e non la bottieglietta figa!!!!
    Vacci alla sera è un’altra storia…..

    • maurozz said, on novembre 22, 2009 at 4:17 am

      Lampone non sono mica d’accordo 🙂 … a me i vini non filtrati piacciono proprio perche’ cambiano assai durante il pasto, sia per temperatura che he per consistenza.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: