La Linea dell’Inutile

Un Tè

Posted in food, tea by maurozz on novembre 23, 2014

WP_20141123_11_10_42_Pro (Small)

Che non ho ancora provato perche’ non so leggere, no nemmeno con Google-che-traduce, quanto tempo lo devo lasciare dentro.

Mai piu’

Posted in food by maurozz on novembre 10, 2014

originale (Medium)

Mai piu’ polpettine veggies dal supermercato.

O meglio, mai piu’ dopo la prossima confezione che, scemo come sono, ne ho comprate due invece di una sola.

Gommosissime, pero’ bio … mi sta bene, giusto che soffra anche sulla seconda confezione !

Estate 2014, i libri – due

Posted in libri by maurozz on novembre 8, 2014

altAit_xIgeLJ1O4MsdU266U_zjc9zYSvJHd6_l05enWPLg (Medium)Un posto anche per me (F. Abate)

Quanto mi piace lo “scemo” del villaggio ! E’ un personaggio che mi affascina dai tempi de “L’ombra dello scorpione”. Qui ce n’e’ una versione molto particolare, nato sfigato che cresce peggio e sempre in tono minore, che trova un suo ruolo e che non gli sta bene. Romanzo di formazione o di ribellione … mah …  a modo suo entrambi, con un Francesco Abate in bella forma e una Roma che non splende mai, anzi che sgretola anche dove riluce. Bello, bello, gran film (sarebbe).

La cuoca di Himmler (F. Giesbert)

Evasione si, ma in salsa un po’ politica e un po’ di formazione, non troppo dissimile in atmosfera, dalla simpatica, ma troppo fantasiosa, Maga delle Spezie di tempo fa. Comunque molto divertente.

Alla fine di un giorno noioso (M. Carlotto)

Torna di qui che torno di la’ rimettiamoci in pari anche con Carlotto, conosciuto al tempo solo (more…)

Tagged with:

Osteria del Pomiroeu – Seregno (MI)

Posted in food by maurozz on ottobre 20, 2014

WP_20131027_15_57_09_Pro (Medium)

Quel pezzo faceva cosi’: “La strada dalla Pennsylvania Station sembrava attraversasse il continente come se non tornasse più all’ indietro …”

E mi è tornato in mente mentre, guidando verso nord, raggiungevo il Pomiroeu a Seregno, e capannoni e fabbriche di lampadari e altro ancora mi scorrevano di fianco piuttosto tristi. Profonda Brianza. (more…)

Tagged with: , ,

Ristorante Berton – Milano

Posted in food by maurozz on settembre 26, 2014

vacca piccolaTre ore dopo essermi seduto mi alzo, un po’ stanco ma con la tracotante esclamazione che di solito accompagna le cene soddisfacenti: “si però adesso andiamo che mi sono rotto il …”

Maître e cameriere sorridono, chissà se avranno sentito o se solo per mestiere. Maître che assomiglia a qualcuno e cameriere ben bravo al quale consiglierei solo un lieve rallentamento nell’esposizione dei piatti.

Il nuovo Ristorante Berton, che il precedente era al Trussardi in ambiente tanto glaciale quanto respingente, è più alla mano, elegante anche qui nella location di Porta Nuova, ma più discreto e nelle tonalità che fanno appunto eleganza senza impegno (in gergo “topone”, in italiano marrone tortora). Tavoli distanziati e un po’ di rumore quando è a tutto vapore. Toilette molto bella.
E anche qui funziona meglio se prendi il menu degustazione, disponibile anche nella versione “in brodo”, che comunque non è quello della nonna. (more…)

Estate 2014, i libri – uno

Posted in libri by maurozz on settembre 19, 2014

sail fish

Harvard Square (A. Aciman)

Il piu’ sorprendente di questo gruppo, una storia, di formazione, che parte da un padre affermato e ripercorre a ritroso il giovane solitario e pauroso che era. L’incontro con un mezzo matto, disilluso eppure ingaggiato, che assaggia la vita di successo, ne rimane affascinato e irretito ma che poi, sputato, la sputa. E sullo sfondo la cultura araba. Straniante romanzo che restera’ una piccola cicatrice per chi e’ nel bel mezzo di un passaggio cruciale della propria miserevole vita. O per chi lo progetta.

La figlia del capitano – A. Puskin

Se non mi passa al piu’ presto la fregola di lettura classiche finisce che mi faccio del male. Affascinante lo e’ di sicuro questa “storiella” della quale mi rimane piu’ di ogni altra cosa il senso del disfacimento e dell’abbandono di antiche opulenze imperiali (qualcosa di simile me lo suscito’ Joseph Roth a suo tempo). Nello stesso ebook anche “Storia di Pugacev”, illeggibile tanto quanto il Silmarillion di Tolkien o le prime 30-40 pagine di La Versione di Barney.

Demenza Digitale (M. Spitzer)

Non un libro da leggere d’un fiato, piuttosto capitolo per capitolo e con adeguata ponderazione. Con un filo conduttore ben marcato: scienza neurologica alla mano il web (o meglio: alcune sue derive) ci stanno rovianando il cervello. E l’e-learning e’ dannoso.

La rivincita di Capablanca (F. Stassi)

Scopro questo autore grazie a Neri Marcore’ e a una sua intervista in cui racconta il suo modo di intendere la lettura. Romantico, molto romantico, questo racconto sulla follia progressiva di Capablanca, campione del mondo di scacchi detronizzato e con immensa fatica issatosi di nuovo per interposta persona. Bellissimo, e … commovente.

Bestie (S. Dazieri)

Torno volentieri da Dazieri dopo assenza prolungata per questo breve romanzo, sento ancora la sua capacita’ di rendere i luoghi adatti a tutte le storie e naturalmente un po’ mi interesso al traffico di animali, in questo caso orsi, ma prima di ‘sta minchia di storia di Daniza.

Le Madri Atroci (S. Dazieri)

E se ci torno perche’ non abbondare ? Storia dell’assurdo e lisergica, termine demode’ ma che un altro non ce n’e’. Amsterdam e liberismo droghereccio a nascondere solite domande esistenziali, ma con il twist dello scrittore di misteri. Tratto da una piece teatrale, che forse rende meglio le tante atmosfere oniriche, e’ un buon libro che mette voglia di leggerne una versione piu’ romanzo.

(segue)

Coraggio, non e’ successo niente, su dai

Posted in food by maurozz on agosto 7, 2014

WP_20140805_21_27_53_Pro

Tagged with:

Innocenti Evasioni – Milano

Posted in food by maurozz on agosto 1, 2014

Non mi e’ piaciuto, e non capisco perche’.

Quindi non scrivo nulla, a parte che le acciughe non erano male.

Tagged with: ,

Damman Freres, la sconfitta: Pu-erh Celeste

Posted in food, tea by maurozz on luglio 17, 2014

Referenza 313004152 del catalogo. Mi restera’ in testa come la sconfitta piu’ cocente di tutta la partita che sto giocando con i te’ di Damman.

Incapace di trovare il giusto equilibrio tra tempo di prima infusione, tempo di seconda infusione e quantita’. Incapace di trovare, sotto quel profluvio di sottobosco bagnato, quella nota di tabacco che il naso serio restituisce subito e che il mio ha avuto bisogno del suo tempo per trovare.

Incapace di tradurre una storia, quella dei pu-erh, la cui pagina wikipedia e’ lunga tanto quanto quella del te’ (in senso generale e solo per dire).

Forse piu’ per sfinimento, sui 100g il pu-erh mi ha graziato di un paio di tazze quasi giuste, cosi’ poteva almeno farmi cucu’, ci sono e non ci sono. Ti odio pu-erh Celeste. Ma prima o poi … intanto ti ho appena tradito con un tuo fratellino.

 

Tagged with: ,

Teabox

Posted in food, tea by maurozz on luglio 12, 2014

Nuova pippa sul te’ che gia’ non mi bastava Damman Freres. Vediamo cosa combino con questo Teabox, che oltre a un sito e’ anche un modo nuovo di bypassare tutti quanti nella filiera e dall’India spedire direttamente a destinazione. Non una rivoluzione quindi  ma in realta’ si.

E spedisce provando a fare anche un minimo di cultura di base, come questa sui miti veri o falsi dell’agricoltura organica.

Myth #2 Organic farming is better for the environment

Status : True. For now.

Say I give you a slice of chocolate cake and a leaf of lettuce. I am guessing you will take the warm, sweet cake instead of the lettuce. Would you like another slice? Of course yes. How about another? Around the tenth slice of cake, the lettuce starts looking very appealing.

This is the current state of the environment, especially soil.

Organic farming methods do show a significant improvement in soil quality but whether or not it is good for long-term, remains debatable. The soil is so abused with chemicals now that any even a mild change in methods is a great relief. However, to continue using organic methods till the top soil’s quality stabilizes, is recommended.

 

Tagged with: ,
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 580 follower